La città è invisibile

Mi sono sempre piaciute le città. Anche solo la parola: città, evoca in me un'impressione paradossale: entropia, folla e istantanea: solitudine. La citazione che introduce L'atlante delle città perdute è di Italo Calvino, tratta da Le città invisibili (che mi sono ripromessa di leggere). Mi sono chiesta allora, più dettagliatamente, quale sia la mia idea …

Leggi tutto La città è invisibile

Annunci

Meraviglie del continuum sonoro

Mi ricordo - è un ricordo vago, che ha quasi impressione fittizia, d'angolatura cinematografica - una sera in particolare, in cui ascoltavo storie raccontate per radio. Ero in una casa di montagna, a Veduggio, con un mio amichetto di allora che ero andata a trovare (i miei, amici dei suoi). Avrò avuto 3 o 4 anni, e …

Leggi tutto Meraviglie del continuum sonoro

Parole del giorno 17102012

CONCRETO /kon'krɛto/ dal latino concretus, che poi vuol dire: solido. Che poi in inglese concrete vuol dire CEMENTO, quindi: costruire qualcosa di solido, e non in stato più facilmente mutevole, tipo: liquido; edificare il sé quanto il fuori da sé, semmai ci fosse davvero qualche differenza tra una casa e un corpo, tra l'identità e …

Leggi tutto Parole del giorno 17102012

EcografaMi

Vorrei che almeno una volta, mentre mi guardi, quello che vedi non ti rimbalzasse addosso, ma proseguisse, la traiettoria come un raggio X che affonda, che si impressiona come una lastra abissale nera e azzurrina di densità evanescente. Vorrei che per una volta, una sola, vedessi quale marchingegno di condotti, e pompe atrio/ventricolo, e scintille …

Leggi tutto EcografaMi

L’insostenibile labilità della memoria

Ho letto il libro, ma ricordo solo che mi era piaciuto. Ricordo poco e male ultimamente. Fotogrammi scorrono ai lati di un treno ad alta velocità, i paesaggi vengono risucchiati dalla direzioni e solo pochi dettagli si salvano, restando sospesi tra le pupille e il loro riflesso. Del film ricordo solo: che ho capito subito …

Leggi tutto L’insostenibile labilità della memoria