La città è invisibile

Mi sono sempre piaciute le città. Anche solo la parola: città, evoca in me un'impressione paradossale: entropia, folla e istantanea: solitudine. La citazione che introduce L'atlante delle città perdute è di Italo Calvino, tratta da Le città invisibili (che mi sono ripromessa di leggere). Mi sono chiesta allora, più dettagliatamente, quale sia la mia idea …

Leggi tutto La città è invisibile

Annunci

L’insostenibile labilità della memoria

Ho letto il libro, ma ricordo solo che mi era piaciuto. Ricordo poco e male ultimamente. Fotogrammi scorrono ai lati di un treno ad alta velocità, i paesaggi vengono risucchiati dalla direzioni e solo pochi dettagli si salvano, restando sospesi tra le pupille e il loro riflesso. Del film ricordo solo: che ho capito subito …

Leggi tutto L’insostenibile labilità della memoria

Quest’estate non è mai esistita

Non riesco a vedere bene le sillabe, lo sguardo non le scandisce. Il tempo si è smagliato, il tempo è una montagna e/o un abisso, non capisco più che orientamento ha la mia testa, perché il soffitto e il pavimento sono solo piani/superfici/aree. Le percezioni sono aeree. Guardando panorami in miniatura l'autostrada va a rilento, …

Leggi tutto Quest’estate non è mai esistita