L’inaspettato potere lenitivo di Banana

Ho scoperto tardivamente la voglia di esplorare, conoscere, poter avere un'opinione sulle cose, apprendere, crescere. Elaborare un mio senso critico. Banana Yoshimoto mi sembrava una di quelle autrici da classifica, forse mal classificate. Negli anni pur avendo a disposizione diversi sui libri non avevo avuto voglia di leggerla. Poi ho iniziato - per contrastare quell'astenia …

Leggi tutto L’inaspettato potere lenitivo di Banana

Annunci

Parlarne tra amici

Ho letto Parlarne tra amici in meno di due giorni, gli ultimi capitoli che era sempre l'ultimoepoismetto con il cuscino di piuma sotto il costato. Me ne stavo lì sul fianco e intanto giravo le pagine, finché mi è sembrato di vedere un po' meno nitide le lettere, ma sono andata avanti perché mancava sempre …

Leggi tutto Parlarne tra amici

Revolutionary Timeline

Ieri sera ho guardato Revolutionary road su Skygo. C’è una certa assonanza, no? Mi piacciono le assonanze. Non ho letto il romanzo. Forse lo farò, boh. Ho letto la pagina su Wikipedia però, e mi sembra che il film abbia una buona resa. Si fanno queste cose che forse non si dovrebbero fare, tipo usare …

Leggi tutto Revolutionary Timeline

S/conclusione su Fight club, il karma, l’essere: nuovi.

Tyler, Tyler, dico Tyler perché non mi ricordo il nome del protagonista di Fight Club, ma solo il Tyler Durden. Era Trent, Travis, Trevor... who knows, who cares. In ogni caso c'è un'assonanza, assonnata a quest'ora tarda, ora amara, amare ere, amare ore, ore, ora lieta. Quindi. Oh, tu, altro protagonista, vero protagonista, perdona la …

Leggi tutto S/conclusione su Fight club, il karma, l’essere: nuovi.

Lotto Marzo, L’Uomo Nero e Tina Turner

Listening to: Tina Turner, What's love got to do with it etcetera etcetera. Mood: paura di scrivere banalità, senso di inadeguatezza, spirito di ricerca, archeologismo sperimentale, necessità catartica, piacere di battere sui tasti e d'espressione, necessità di trovare un modo di iniziare questo testo, di dire qualcosa, forse non voglio dire davvero niente, forse dirò più di …

Leggi tutto Lotto Marzo, L’Uomo Nero e Tina Turner

La città è invisibile

Mi sono sempre piaciute le città. Anche solo la parola: città, evoca in me un'impressione paradossale: entropia, folla e istantanea: solitudine. La citazione che introduce L'atlante delle città perdute è di Italo Calvino, tratta da Le città invisibili (che mi sono ripromessa di leggere). Mi sono chiesta allora, più dettagliatamente, quale sia la mia idea …

Leggi tutto La città è invisibile

Meraviglie del continuum sonoro

Mi ricordo - è un ricordo vago, che ha quasi impressione fittizia, d'angolatura cinematografica - una sera in particolare, in cui ascoltavo storie raccontate per radio. Ero in una casa di montagna, a Veduggio, con un mio amichetto di allora che ero andata a trovare (i miei, amici dei suoi). Avrò avuto 3 o 4 anni, e …

Leggi tutto Meraviglie del continuum sonoro