La città è invisibile

Mi sono sempre piaciute le città. Anche solo la parola: città, evoca in me un'impressione paradossale: entropia, folla e istantanea: solitudine. La citazione che introduce L'atlante delle città perdute è di Italo Calvino, tratta da Le città invisibili (che mi sono ripromessa di leggere). Mi sono chiesta allora, più dettagliatamente, quale sia la mia idea …

Leggi tutto La città è invisibile

Meraviglie del continuum sonoro

Mi ricordo - è un ricordo vago, che ha quasi impressione fittizia, d'angolatura cinematografica - una sera in particolare, in cui ascoltavo storie raccontate per radio. Ero in una casa di montagna, a Veduggio, con un mio amichetto di allora che ero andata a trovare (i miei, amici dei suoi). Avrò avuto 3 o 4 anni, e …

Leggi tutto Meraviglie del continuum sonoro

A scuola di danza #2

Dicevo: a scuola di danza ci insegnano a eseguire anatomie di linee rette, quadranti, ellissi, ovali; l'insegnante ci spinge a osservarle dall'esterno in funzione di controllo, riflesse nelle pareti a specchio sezionate dalla sbarra. Il mio corpo è tagliato a metà, tra il movimento ideale e quello reale che sono in grado di produrre. Malgrado …

Leggi tutto A scuola di danza #2

Vibrazioni isteriche

Sentiremo parlare molto di vibratori, nel prossimo periodo. Non è una premonizione, ma una certezza, dettata dal fatto che Hysteria esce nelle sale domani, 24 febbraio, e che siamo vicini alla primavera, e che quando si può finalmente! parlare di sesso, esporre questo fenomeno da baraccone di corpi, contorcimenti, controindicazioni e orgasmi, lo si fa …

Leggi tutto Vibrazioni isteriche