L’insostenibile labilità della memoria


Ho letto il libro, ma ricordo solo che mi era piaciuto. Ricordo poco e male ultimamente. Fotogrammi scorrono ai lati di un treno ad alta velocità, i paesaggi vengono risucchiati dalla direzioni e solo pochi dettagli si salvano, restando sospesi tra le pupille e il loro riflesso.

Del film ricordo solo: che ho capito subito che Tomas stava calcolando che gli sarebbe toccato portare in un albergo Tereza, la prima volta che la incontra nel paesedituttiifallimenti, e quanto gli sarebbe venuto a costare, quanto tempo avrebbe impiegato, per che ora sarebbe stato di ritorno a Praga, e sono stata contenta perché l’ho capito prima che lui la salutasse ben poco educatamente, con lei e la sua faccia infilate nel finestrino dell’auto azzurra come una puttana. Ricordo i capelli spumosi e neri di Tomas/Daniel Day Lewis; i rimandi esponenziali di riflessi negli specchi di Sabina, un’altra Sabina di Anais sempre in fuga, e le grandi finestre spalancate e morenti di fame; ricordo la busta con la ritrattazione di Tomas troppo grande per essere infilata in qualsiasi tasca; [<<<] l’editore che dice a Tomas: “continui a scrivere, mi raccomando, Dottore” e lui che risponde “preferisco la chirurgia” perché c’è meno sangue, penso io; le gambe dell’ingegnere-forse-spia-testa-rossa, la loro sagoma tossica, rosicchiata, cattiva, prima che si stenda su Tereza; i ripetuti caricamenti e scatti della macchina di Tereza come mitragliatrici [ogni verità un colpo per cui non esistono giubbotti o paraocchi antiproiettile]. E soprattutto ricordo in sottofondo, il ticchettio incessante di un orologio con il tempo contato.

Annunci

4 pensieri su “L’insostenibile labilità della memoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...