Shame [spoiler]


Brandon che muove un occhio, come un coccodrillo nella palude di lenzuola, Brandon con il cazzo di fuori perché non riesce a tenerselo dentro, Brandon che ride perché la sua posizione scomoda sulla poltrona comoda gli chiede di farlo, Brandon che paga una puttana e compra tutto quelo che può ma mai quello che vuole. E Sissy. Sissy che ossessiona il telefono, Sissy che lascia un messaggio, Sissy che dondola troppo vicino alla linea gialla della metropolitanta, Sissy che si traveste e metterebbe anche una barba per non farsi riconoscere e poi urla e canta e implora “hey, sono io”. E poi Brandon che butta via tutto, Brandon che scopa senza mai riuscire a pulire, Brandon che guarda una donna e si fa vedere dentro una radiografia del tormento dilianiata e dilatata nelle pupille, nelle contorsioni di un orgasmo che muore
nascondendosi in un corpo che non è il suo
in un vicolo
dietro la finestra a vista di un hotel
e sbatte addosso al vetro come un uccello in gabbia
senza via d’uscita
Se non la voce della speranza
che zoppica e traballa arrampicandosi sulle note in salita
se non la lacrima che scende
da quella vena tagliata
che continua a perdere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...