Scatole


Ho bisogno di piccole/grandi scatole – spazi limitati, recinti e prigioni dorate – per sentirmi libera.
Ho bisogno di minuscole/immense scatole in cui scivolare
scatole che possano raccogliere il mio segreto

Ho bisogno di sentirmi chiusa, stretta, protetta, rapita, in-cattivita infuriando la terra a colpi di zoccoli, iniziando a sbuffare e smaniare, per sentirmi viva
per saltare lo steccato

Ho bisogno di essere in una scatola, per poter godere, venire, spruzzare, urlare, sbavare, e poi sussurrare piano e parlare con gli occhi e le mani e tutti quei gesti che non fanno rumore
e insieme un gran casino

ho bisogno
di una camera di motel, di una topaia, di un armadio – mi ricordo che mi ci nascondevo a giocare, quando ero bambina – del vagone di un treno, di una tenda sottile, di un paio di braccia, di una coperta, di un rispostiglio per le scope o di un cesso senza troppo via vai. Ho bisogno di un soffitto e di un pavimento, di tende, ma anche i vetri nudi bastano
a espormi
tenendomi
al riparo
in un piccolo rifugio di pareti vicine
lontane

ho bisogno quattro mura che diventino membrana
da bucare
per fare l’amore
con la mia vita

Annunci

2 pensieri su “Scatole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...